Yin Yoga

Posizioni Yoga mantenute più a lungo, combinate a tecniche respiratorie proprie del Pranayama, rigenerano la naturale elasticità del tessuto connettivo (Fascia, legamenti, tendini) e attivano la parte parasimpatica del sistema nervoso, generando un profondo senso di calma e benessere fisico. Con la pratica passiva dello Yin Yoga queste parti delcorpo vengono messe sotto uno “stress” sano, provocando un grado di discomfort che su una scala da 1 a 10 dovrebbe aggirarsi tra 3 e 7. Respirare dentro questo momentaneo disagio fisico permette ai tessuti di lasciarsi andare e di scioglere le tensioni fisiche ed energetiche accumulate in quei distretti corporei.

 

 

La Fascia è una rete tridimensionale che ci avvolge completamente, continua e districata ovunque nel corpo. Recentemente è stata riconosciuta dalla scienza come un vero e proprio organo, il più vasto ed esteso del corpo (Interstitium). Lo stato di equilibrio, fluidità e flessibilità della fascia è molto importante. Quando diventa rigida e debole, infatti,  genera schemi di compensazione a livello fisico ed emotivo, stress e letargia. Abbiamo la tendenza a disconnetterci dal corpo, e ogni volta che questa connessione viene meno è facile che emozioni represse e sovraccarico si trasformino in restrizione del tessuto fasciale. Recuperare questa connessione rappresenta il primo passo per sentirci bene e avere un atteggiamento positivo verso la vita e verso noi stessi.

 

 

Incorporando i principi del Myofascial Release® nello Yoga i benefici sono percepiti a un livello globale. Durante le classi, particolare attenzione viene data a porsi in una posizione di ascolto nei confronti del corpo, un movimento consapevole e intuitivo che rigenera il tessuto fasciale e scioglie le tensioni, non solo fisiche.